Deprecated: Creation of dynamic property Mondula_Form_Wizard::$shortcode is deprecated in /home/imageres/public_html/wp-content/plugins/multi-step-form/includes/msf.class.php on line 137
Scansione 300 DPI vs 600 DPI: suggerimenti per la scansione per i migliori risultati
Logo del blog del centro di restauro dell'immagine

Scansione 300 DPI vs 600 DPI: suggerimenti per la scansione per i migliori risultati

Qual è la differenza tra una scansione a 300 DPI e 600 DPI?

Qual è la migliore impostazione DPI? Qual è la migliore risoluzione per le foto o negativi cinematografici? Se ti sei mai posto queste domande, non sei il solo.

In genere, la migliore impostazione DPI dipende da cosa intendi fare con le tue foto, che si tratti di stamparle, fare copie digitali o condividerle online. Questo articolo spiegherà le differenze tra 300 DPI e 600 DPI (le impostazioni DPI più comuni) e i loro scopi specifici. 

Per sapere come scansionare le tue vecchie fotografie, leggi la nostra guida qui.

Comprendere le foto digitali e la scansione

Prima di spiegare le differenze tra 300 DPI e 600 DPI, è essenziale conoscere le basi dell'imaging digitale. In questa sezione, trattiamo le informazioni necessarie sulle foto digitali e sul funzionamento dello scanner piano.

Immagini digitali

Le immagini digitali sono composte da molti pixel con tre valori: rosso, verde e blu (RGB). Quando milioni di questi pixel colorati si fondono in una griglia, viene creata la tua immagine digitale. Quindi, quando salvi una foto digitale, lo sei in realtà salvando una matrice di pixel che si combinano per formare l'immagine.

Scanner e DPI

Durante la scansione di una fotografia, gli scanner "catturano" la foto fisica o il documento registrandolo come una griglia di pixel. In altre parole, maggiore è il numero di pixel utilizzati per registrare la foto digitale o il documento, più dettagliato diventa. 

Questa misura dei dettagli su un'immagine scansionata è chiamata risoluzione. La risoluzione dell'immagine sullo schermo è calcolata in pixel per pollice (PPI), mentre la misura per la stampa è punti per pollice (DPI). 

La maggior parte delle fotografie, dei documenti e delle immagini vengono scansionate a 300 DPI o 600 DPI, con il DPI che rappresenta il numero di punti per ogni pollice scansionato. Ad esempio, la scansione a 300 DPI significa che ogni pollice sarà composto da 300 punti.

In che modo le impostazioni DPI influiscono sulla qualità dell'immagine digitale

Avere valori DPI più elevati non migliora automaticamente le tue fotografie. Sebbene sia vero che le scansioni a risoluzione più elevata risulteranno più dettagliate, aumentare il DPI non può Inserisci maggiori dettagli rispetto alla foto originale. 

Che DPI più alto fa è ingrandire la tua foto digitale. Ad esempio, se esegui la scansione di una foto 4×6 a 300 DPI, riceverai un'immagine digitale larga 1200 pixel e alta 1800 pixel. La scansione della stessa foto a 600 DPI ti darà una foto digitale larga 2400 pixel e alta 3600 pixel. 

Le risoluzioni di scansione DPI più grandi sono ottime se si desidera visualizzare o stampare fotografie più grandi. Ad esempio, una foto 4×6 scansionata a 300 DPI avrà comunque un bell'aspetto come immagine stampata nelle sue dimensioni originali, ma perderà la qualità generale se ordini una stampa più grande. Nel frattempo, la stessa foto scansionata a 600 punti per pollice può ancora avere un bell'aspetto come stampe più grandi.

Un'altra cosa da tenere a mente è che risoluzioni più elevate hanno un numero di pixel più elevato, il che significa file di dimensioni maggiori. Altri formati di file offrono anche diversi livelli di qualità.

Come faccio a scegliere la mia risoluzione di scansione?

Sebbene possa essere allettante utilizzare sempre la risoluzione più alta, l'impostazione DPI dello scanner o il numero di pixel possibile, non lo consigliamo. Per risparmiare tempo e spazio di archiviazione, dovresti pensare all'uso previsto delle foto piuttosto che cercare ogni volta la massima risoluzione. 

Ad esempio, se hai intenzione di caricare la foto sui social media o di visualizzarla sullo schermo di un computer, 150 punti per pollice/pixel per pollice vanno bene. Tuttavia, se hai intenzione di portarli in una tipografia, dovresti scegliere una risoluzione più alta. 

In genere, una scansione a 600 DPI è la migliore risoluzione dell'immagine e numero di pixel per le fotografie su carta. Le risoluzioni elevate superiori a 600 DPI sono più adatte per il lavoro di archiviazione professionale grazie al tempo di scansione più lungo e ai requisiti di archiviazione maggiori.

Se hai un tuo dispositivo di scansione, ti consigliamo di scegliere 600 DPI su 300 DPI come risoluzione predefinita a causa delle differenze trascurabili tra i tempi di scansione e le dimensioni del file.

Suggerimenti per ottenere le migliori scansioni di foto

Se hai un dispositivo di scansione a casa, scansionare le foto da solo è piuttosto semplice. Tuttavia, ci sono alcune cose che devi tenere a mente se desideri la migliore qualità dell'immagine. Ecco quattro suggerimenti che puoi seguire per ottenere le scansioni più belle.

Pulisci il tuo scanner

Un piano dello scanner pulito offre i migliori risultati di scansione. Invece di dover eseguire la pulizia in seguito, è meglio ottenere la migliore qualità di scansione possibile fin dall'inizio. 

Per pulire correttamente il piano dello scanner, pulirlo con un panno in microfibra asciutto. Non utilizzare mai carta velina perché potrebbe lasciare detriti e graffiare la superficie del vetro dello scanner. Se il vetro dello scanner presenta macchie persistenti, puoi provare a inumidire il panno prima di pulirlo di nuovo.

Assicurati che le tue foto siano prive di polvere

Un'altra chiave per ottenere buoni risultati di scansione è una foto pulita. 

Se hai appena estratto vecchie foto da un album, potrebbero essere ricoperte di polvere. a pulire vecchie foto, utilizzare aria compressa per soffiare via la polvere. Come con il letto dello scanner, non usare mai fazzoletti di carta e decisamente non usare acqua per pulirli perché potrebbe creare ancora più danni.

Le vecchie immagini possono anche presentare pieghe, segni di piegatura o difetti di stampa. Non cercare di risolverli: ciò potrebbe causare più danni. Lasciali così come sono durante la scansione e modificali in seguito utilizzando il software di modifica.

Scansione a colori

Come regola generale, ogni foto che scansioni dovrebbe essere scansionato a colori. Anche durante la scansione seppia e foto in bianco e nero, otterrai risultati migliori quando esegui la scansione a colori, poiché le scansioni a colori registrano più dettagli e preservano la massima qualità possibile. Inoltre, mentre puoi trasformare le scansioni colorate in scala di grigi, non puoi fare il contrario.

Scansiona più immagini contemporaneamente

Se hai diverse fotografie da scansionare, prendi in considerazione la scansione in batch per risparmiare tempo. Prova a mettere insieme le tue fotografie più piccole sul letto di vetro con circa un quarto di pollice di spazio, quindi scansionale tutte in una volta. Dopo la scansione, puoi semplicemente ritagliare ciascuno di essi utilizzando il software di modifica e salvarli come singole immagini.

Perché assumere un restauratore di foto professionale?

Anche con il tuo dispositivo di scansione, potrebbe volerci del tempo prima che tutte le tue fotografie vengano scansionate. Inoltre, la qualità non è garantita. Se desideri i migliori risultati e non devi preoccuparti delle risoluzioni o del numero di pixel, ti suggeriamo di cercare servizi professionali di restauro delle immagini per scansionare le tue foto per te.

Image Restoration Center offre servizi di scansione di foto a tutti i clienti che desiderano ripristinare le proprie immagini. Creiamo scansioni ad alta risoluzione e le trasformiamo in preziosi ricordi che dureranno negli anni a venire. 

I nostri esperti di Photoshop e consulenti storici possono ripristinare, colorare, riparare e rivitalizzare le tue vecchie foto in pochi giorni.

Articoli correlati